• Scritto da ,
    Attenzione: Se effettui il login puoi cambiare la lingua con cui visualizzare le carte di Hearthstone!
    La redazione di PCGames pochi giorni fa ha pubblicato un'intervista col Game Director Ben Brode sul delicato argomento dei nerf di Hearthstone. Il tema principale è stato il nerf al Quest Rogue ma si è proseguito con i pensieri del team di sviluppo e anche un paragone con Overwatch.

    • Moltissimi giocatori, sia pro che non, hanno chiesto spesso di avere bilanciamenti più rapidi e frequenti per risolvere quei problemi che inevitabilmente si creano quando un mazzo si impone sul meta, rendendolo in qualche modo stagnante;
    • Il paragone con la situazione di Overwatch, un altro gioco Blizzard che gode di continui aggiornamenti e interazioni tra gli sviluppatori e gli utenti (la serie di video di Jeff Kaplan è l'esempio più famoso), appare impietoso. Può il Team 5 emulare il Team 4?

    Perché i nerf arrivano così lentamente?
    • Ben Brode ha spiegato che ci sono due grossi impedimenti alle modifiche frequenti:

      • Il primo riguarda la difficoltà di aggiornare il gioco contemporaneamente su tutti i dispositivi supportati. Allo stato attuale delle cose le carte possono essere modificate solo in occasioni di patch già pianificate;
      • Se decidono di cambiare una carta a poca distanza dal rilascio di una patch il cambiamento sarà rapido (come nel caso di Bucaniere Minuto), al contrario un bilanciamento potrà arrivare anche settimane dopo la sua effettiva approvazione. Su questo aspetto di natura tecnica il team sta lavorando ad un sistema per modificare le carte senza bisogno di patch.
      • Il secondo motivo invece riguarda direttamente la filosofia di lavoro del team: il Team 5 non vuole modificare le carte se non come ultima risorsa;

    • "Sono convinto che nerfare le carte abbia un prezzo, e ci sono alcuni nerf che costano più di altri" afferma Ben Brode, portando come esempio la modifica di Capitano Cantaguerra. In quel caso il cambiamento non ha indebolito un mazzo, lo ha distrutto definitivamente e irreversibilmente;
    • Inoltre se le carte cambiassero molto più frequentemente il giocatore non sentirebbe quel senso di appartenenza che si sviluppa conoscendo le proprie carte e, in generale, quelle presenti nel gioco;
    • Riprendendo il paragone con Overwatch, Brode è convinto che le modifiche di bilanciamento tra i due giochi non si possano paragonare: se nello sparatutto è possibile fare cambi percentuali a diversi aspetti dei personaggi per ottenere piccoli risvolti nel meta, in Hearthstone si possono fare solo cambiamenti in unità intere. Basta un solo punto di Salute in più o in meno per decidere il destino di una carta, come è stato proprio per Bucaniere Minuto.

    Con quali criteri si decide un nerf?
    • Ciò che guida gli sviluppatori sono principalmente le loro statistiche interne e il feedback della comunità dei giocatori, ma ogni caso è stato approcciato singolarmente:

    • E il Quest Rogue? Quando è stato deciso il nerf il mazzo era al 17° posto nella classifica per quanto riguardava la percentuale di vittorie, ma aveva comunque una popolarità del 10%. "Sono convinto che il Quest Rogue impattasse più negativamente sull'esperienza del giocatore medio, e aveva un win rate e un play rate superiore al vecchio Patron Warrior" ha dichiarato Ben Brode;
    • Già prima del rilascio di Un'Goro Il Team 5 teneva la Missione del Ladro sotto controllo, ma hanno aspettato prima di prendere la decisione di nerfarla perché vogliono che i giocatori non siano incentivati ad aspettare i cambiamenti di bilanciamento per ripensare il meta, una filosofia ripresa recentemente anche da Jeff Kaplan;
    • La decisione di nerfare il Quest Rogue è arrivata quando gli sviluppatori, dati alla mano e con il feedback dei giocatori, hanno stabilito che non c'erano alternative al momento disponibili per contrastarlo efficacemente.

    fonte: pcgames
    Condividi articolo
8 commenti
  • SNoWSpiRit 29 luglio 2017, 11:04 SNoWSpiRit
    Messaggi: 38

    Iscritto il: 12 gennaio 2017, 12:34
    #1
    il giocatore non sentirebbe quel senso di appartenenza che si sviluppa conoscendo le proprie carte e, in generale, quelle presenti nel gioco;


    Ragnaros, Reno Jackson, Azure Drake, Sylvanas, Dreadsteed
    0
  • kyntaroRedazione 29 luglio 2017, 11:15 kyntaro
    BattleTag: kyntaro#2755
    Messaggi: 2770

    Non si smette di giocare quando si diventa vecchi...
    si diventa vecchi quando si smette di giocare!
    #2
    @SNoWSpiRit

    Quanta durezza! ;(
    0
  • NunDio 29 luglio 2017, 11:20 NunDio
    BattleTag: NunDio#2349
    Messaggi: 399

    So che dice iscritto da marzo 2016 ma in realtà sono attivo dalla fine di aprile 2017 :)
    #3
    Rompipalle fix mode:
    - a bucaniere minuto manca il link :good:
    0
  • Vethus 29 luglio 2017, 11:23 Vethus
    BattleTag: VBK5#2459
    Messaggi: 295

    Bau!
    #4
    SNoWSpiRit ha scritto:
    Ragnaros, Reno Jackson, Azure Drake, Sylvanas, Dreadsteed

    @SNoWSpiRit ma queste carte non sono state nerfate (a parte dreadsteed) sono solo state spostate di formato. Nessuno ti obbliga a giocare standard :)
    0
  • Raisorblade 29 luglio 2017, 14:17 Raisorblade
    BattleTag: Raisorblade#2938
    Messaggi: 45

    Iscritto il: 09 novembre 2014, 13:49
    #5
    Nessuno obbliga a giocare quando ti sputtanano i mazzi 0
  • Drake 30 luglio 2017, 11:20 Drake
    BattleTag: Drake#2881
    Messaggi: 236

    Iscritto il: 06 giugno 2011, 12:46
    #6
    Grazie Feriand, ottimo articolo;

    Li giustifico proprio per il sistema di aggiornamento orribile che hanno a disposizione...

    comunque credo che la frase: "Sono convinto che il Quest Rogue impattasse più negativamente sull'esperienza del giocatore medio, e aveva un win rate e un play rate superiore al vecchio Patron Warrior"

    la stampo, la incornicio e l'appendo al muro, in barba a tutti quelli che lo difendevano :P
    0
  • FeriandRedazione 30 luglio 2017, 11:23 Feriand
    Messaggi: 8550

    Per il mio battletag mandami un mp :)
    #7
    @Drake per essere ancora più trasparente, questa è la quote precisa ;)

    "I think Quest Rogue was having a bigger impact on the meta for the average Hearthstone player's experience of going in, playing and getting beaten by Quest Rogue a lot," he says. "It had a higher win rate and a higher play rate than Patron Warrior. I think that's part of why the nerf happened sooner."
    1
  • Drake 30 luglio 2017, 12:42 Drake
    BattleTag: Drake#2881
    Messaggi: 236

    Iscritto il: 06 giugno 2011, 12:46
    #8
    @Feriand

    ah ti ringrazio, meglio incorniciare l'originale rofl
    0
  • Commenta la notizia
,