• Scritto da ,

    «Il manoscritto di Valrous giudica, tra tutti i demoni, Azmodan il miglior comandante sul campo di battaglia. È stato lui infatti a sconfiggere numerose volte gli angeli nel Pandemonio durante l'Eterno Conflitto e i Primi Maligni nella guerra civile demoniaca». — Deckard Cain

    Come tutti i Maligni, Azmodan fu originato da una delle sette teste del drago Tathamet, l'incarnazione del male, che morì combattendo contro Anu, la personificazione del bene. Azmodan governò il Regno del peccato, ma la sua più grande ambizione era quella di comandare sugli Inferi Fiammeggianti e su tutti i demoni. Pur non essendo uno dei Primi Maligni, ha sempre goduto di notevole potere. Nelle pergamene di Malzakam si narra che la terra di Azmodan, la più popolata negli Inferi, sia un luogo pieno di grande gioia e al contempo di grande disperazione, in cui la depravazione viene portata all'estremo.

    Immagine

    Durante l'Eterno Conflitto, una guerra senza pari combattuta tra gli eserciti della luce e delle tenebre, Azmodan non esitò ad affrontare Tyrael, uno dei membri del Consiglio di Angiris. Il demone fu sul punto di morire per mano dell'Angelo, ma riuscì a sfuggire al suo fato. Un attimo prima che Tyrael gli desse il colpo di grazia, Ardleon, uno dei suoi compagni, gli chiese assistenza e questi si precipitò a prestargli soccorso. Più tardi, i Primi Maligni combatterono la Guerra del Peccato in segreto, senza che nessuno sospettasse nulla, ma a causa dell'esistenza di Sanctuarium e del Nefilim, non si verificarono mali minori. Il fatto che loro stessi avessero iniziato una guerra senza averlo riferito ad uno qualsiasi degli altri demoni fece infuriare Azmodan e i suoi alleati. Poco a poco, cercò di spingere gli altri demoni alla ribellione. Tuttavia, questo tentativo fallì e uno dei Primi Maligni, Diablo convertì i seguaci di Azmodan in Caduti, la più debole razza di goblin, ma questo fornì informazioni molto preziose al demone. Pensando di essere superiore alla specie mortale e che la sua guerra contro il Paradiso Celeste fosse l’unica che dovesse essere combattuta, creò uno stratagemma per sconfiggere i demoni maggiori. Insieme a Belial, il Signore della menzogna, i demoni ribelli reclamarono il dominio dell’Inferno senza essere governati dai Maggiori. Anche se inizialmente i demoni maggiori causarono pesanti perdite ai ribelli, finirono per essere banditi nel Regno mortale, indeboliti e senza un corpo propriamente detto. Azmodan li esiliò perché credeva che con i tre Maggiori su Sanctuarium, gli Angeli avrebbero spostato la loro attenzione al mondo mortale e lasciato il Paradiso Celeste senza difese, consentendo a lui e alle sue truppe di distruggerlo.

    Immagine

    A poco a poco, Azmodan e Belial iniziarono a combattere tra loro perché entrambi volevano governare da soli gli Inferi Fiammeggianti e non condividere con nessuno il proprio potere. Anche se non si sa che avvenne esattamente a questo punto della storia, sono due le teorie più accreditate su quel che seguì. La prima dice che il patto che entrambi avevano fatto contro i demoni maggiori venne rotto e iniziò un’altra guerra civile tra le forze di Azmodan e Belial. La seconda teoria dice che non riuscirono a provocare uno scontro e Belial e Azmodan continuarono come alleati e con lo stesso obiettivo di prima, ovvero sottomettere tutte le forme di vita allo loro volontà. Dopo la sconfitta di Belial, per mano del Nefilim a Caldeum, Azmodan si rivelò nel cratere del Monte Arreat, con lo scopo di distruggere tutta la vita su Sanctuarium e ritrovare la Pietra Nera delle Anime, il manufatto in cui erano stati rinchiusi sei dei sette demoni più importanti. Con un oggetto del genere in suo possesso, Azmodan avrebbe raggiunto il suo più grande obiettivo, quello di diventare il Primo Maligno e poter finalmente governare sugli Inferi. Davanti a lui si opponeva solo la Roccabastione. Inviò il suo luogotenente Ghom, il Signore dell'Ingordigia, nelle profondità della fortezza, mentre il Nefilim si recava sulle mura dove si mise a sollevare le catapulte per la difesa, assieme ai pochi difensori rimasti che aveva raccolto. Poco dopo, il Nefilim si avventurò sotto la fortezza e lo sconfisse. Successivamente, continuò a fare progressi dal campo di battaglia, mentre distruggeva i soldati più fedeli di Azmodan finché giunse fino al cratere del Monte Arreat, il luogo da cui erano emersi tutti loro nonché la tana del demone.

    Immagine

    Dopo aver ucciso la consorte di Azmodan, Cydaea, e distrutto i Cuori Immondi, una reliquia degli Inferi Fiammeggianti che potenziava i demoni, finalmente il Nefilim giunse davanti al Signore del peccato, che ribadì il suo desiderio di diventare il Primo Maligno: «Stupido nefilim... quando la Pietra delle Anime farà parte della mia carne, i Sette diverranno una cosa sola in me! Sarò la somma di tutti i Mali... il Primo Maligno!». Dopo un duro scontro, Azmodan morì e la sua anima fu imprigionata nella Pietra Nera delle Anime, insieme con gli altri sei demoni. Poco dopo, la madre di Leah, Adria, rivelò il suo vero piano, ovvero far tornare di nuovo nel mondo Diablo, che era il suo signore. La strega riuscì a portare a termine i suoi progetti grazie a sua figlia. Dopo la quasi sconfitta degli angeli in cielo, Diablo fu distrutto e con lui finalmente i sette grandi demoni, tra cui Azmodan, tornarono nell’artefatto.
    Condividi articolo
6 commenti
  • grallenMost Valuable Poster 05 novembre 2014, 10:29 grallen
    BattleTag: Grallen#2521
    Messaggi: 5724

    Dal caos si crea l'ordine e dell'ordine si genera il caos.
    #1
    Sinceramente non mi piace molto questo demone ma devo dire che è stato molto astuto contro i maggiori.

    Come tutti i suoi compagni comunque è stato brillantemente mal menato dal Nefilim :)
    0
  • BulletHead 05 novembre 2014, 10:36 BulletHead
    Messaggi: 851

    BulletHead#2630
    #2
    Bellissimo articolo, ma avrei un appunto; finito RoS fra filmati e allusioni varie ci fanno capire che in realtà l'aver sconfitto Malthael in realtà ha liberato di nuovo i maligni, il dubbio rimane se torneranno nella forma unificata o se nelle forme singole dei vari Maligni 0
  • sciabalalla 05 novembre 2014, 13:45 sciabalalla
    BattleTag: sciabalalla#2637
    Messaggi: 180

    Iscritto il: 18 luglio 2014, 18:55
    #3
    il fatto che i demoni siano divisi e si fanno guerra fra loro mi spaventa un po e se così di punto in bianco si rendono conto che forse prima devono sconfiggere gli angeli e poi farsi guerra ? cosa dovremmo affrontare poi un esercito infinito di demoni unito like burning legion ? 0
  • ciccio44 05 novembre 2014, 20:05 ciccio44
    BattleTag: Attil#2201
    Messaggi: 2335

    “Che può esserci al di sopra di uno che è al di sopra della fortuna?”
    #4
    Ottimo articolo!
    Si sa qualcosa di preciso su come siano riusciti ad esiliare i primi maligni?
    Avete mica un link per la prima Fan Art dell'articolo? Molto bella aSd.
    0
  • MasterRedzCommunity Manager 06 novembre 2014, 11:37 MasterRedz
    BattleTag: MasterRedz#2155
    Messaggi: 4966

    "La tua anima sarà mia!"
    #5
    Lo lascio qui, così...
    2
  • Deinoforo 07 novembre 2014, 18:48 Deinoforo
    BattleTag: Deinoforo#2266
    Messaggi: 2073

    micio micio miao miao
    #6
    Azmodan di HotS è parecchio intrigante :) 0
  • Commenta la notizia