• Scritto da ,
    Intervistato da IGN il co-creator di Diablo, David Brevik, ha dato una risposta interessante per quanto riguarda un eventuale ritorno di Diablo II sui nostri PC.
    Secondo Brevik, anche se non sta lavorando in Blizzard e non può sapere quale sia progetto su questo titolo, una riproposizione di Diablo II sarà difficile da ottenere con le stesse caratteristiche dell'originale senza nessuna modifica,
    Diablo II usa un sistema diverso per far funzionare il gioco, ad esempio si basa sulla risoluzione 800x600, oppure quando il gioco elabora l'IA il raggio d'attacco dei nemici si basa sulla risoluzione dello schermo. Di conseguenza quando un nemico appare sullo schermo inizia il suo set preimpostato di mosse, ma se si trova fuori schermo, a quanto pare, non combina nulla. Secondo Brevik la stessa barra di resistenza in Diablo II è inutile.

    Trovare uno schermo, oggi, con una risoluzione 800x600 è quasi improbabile, di conseguenza un nuovo Diablo II dovrà riadattarsi alle tecnologie moderne. Con queste premesse dunque ci si domanda cosa verrà tolto in un ipotetico Diablo II moderno e cosa invece dovrebbe restare inalterato? A quanto pare un titolo simile a quello del passato sembrerebbe impossibile a meno che non si proponga un titolo completamente rinnovato sotto molti aspetti grafici e non solo.

    Intervista completa di IGN a David Brevik
    Condividi articolo
2 commenti
  • forestiere 28 febbraio 2018, 12:47 forestiere
    Messaggi: 32

    Iscritto il: 20 ottobre 2016, 20:10
    #1
    relativizzare i parametri della risoluzione è così difficile? 0
  • Caern 28 febbraio 2018, 13:51 Caern
    BattleTag: Caern#2511
    Messaggi: 7

    Iscritto il: 17 ottobre 2013, 22:28
    #2
    "Di conseguenza quando un nemico appare sullo schermo inizia il suo set preimpostato di mosse, ma se si trova fuori schermo, a quanto pare, non combina nulla"

    Certo, i ricordi degli oneshot dei Willowisp da fuori schermo sono immaginari allora :good:
    1
  • Commenta la notizia