• Scritto da ,
    Il futuro dell'esport nelle Olimpiadi potrebbe avere inizio in un seminterrato Turkmenistan.

    Le principali figure olimpiche stanno considerano l'inserimento dei giochi competitivi per computer già all'interno dei giochi Olimpici di Parigi 2024; una concorrenza pan-asiatica, nell'ex stato sovietico, potrebbe dare il via ad una visione non troppo lontana dell'esport Olimpiadi. Questo nuovo genere sportivo, se incluso nelle Olimpiadi, porterebbe un pubblico maggiore e sopratutto giovane, ed un incremento dei ricavi poiché questo mercato di settore è in forte crescita, ma ciò scatenerebbe non poche polemiche.

    Il consiglio olimpico dell'Asia ha incluso all'interno delle sue manifestazioni sportive, dimostrazioni di esport con tornei come Asian Indoor e Martial Arts Games durante questa settimana. Cina ed altre squadre asiatiche si danno battaglia su giochi come StarCraft II ed Hearthstone. I sostenitori dell'esport alle Olimpiadi affermano che questo genere equivale ad uno sport tradizionale, con tanto di strategia e preparazione psicofisica.
    Jess Joaustine Tamboboy della Associated Press delle Filippine dichiara: "Ci vogliono abilità differenti per ogni singola persona. Non c'è un requisito fisico per partecipare, infatti i giocatori sono alti, bassi, magri o in sovrappeso, ma quello che hanno a disposizione sono abilità cognitive e mentali per poter adoperarsi in questi giochi elettorinici".

    Gli esport non sono stati sempre molto popolari in Turkmenistan, ma con la diffusione sempre maggiore di internet nel paese, i giochi sportivi elettronici stanno prendendo piede. Anche se le regole non sono state spiegate nella lingua locale, ciò non ha fermato una folla di 200 persone che si è radunata in questo seminterrato privo di finestre e postazioni tecnologiche, per poter ammirare l'abilità dei giocatori e serie spettacolari di uccisioni.
    Facendo un paragone ovviamente la presenza era inferiore rispetto ad un'arena classica dove si svolgono regolarmente gli esport e il canale Twitch ha visto più di 50 spettatori online, dove nella famosa piattaforma streaming regolarmente sono connesse decine di migliaia di persone, dimostrazione del forte interesse dell'esport nei turcomanni. Se gli esport dovessero partecipare alle Olimpiadi di Parigi, ridefinirebbero il concetto di sport e di Olimpiadi stesse.

    Il Comitato Olimpico Internazionale (CIO) ha resistito in passato alle continue richieste di inserire gli "sport della mente" all'interno delle Olimpiadi, come possono essere gli scacchi o le corse automobilistiche che hanno come strumento l'auto, che hanno a tutti gli effetti dei loro campionati indipendenti. Decidere quali sport inserire potrebbe stravolgere tutto, infatti il CIO ha un accordo di sponsorizzazione con l'impresa di Alibaba che ha importanti interessi nell'esport, ma le aziende rivali hanno anche loro i propri marchi da sponsorizzare.

    Il timore maggiore del CIO è che l'inserimento di giochi violenti comprometterebbero l'immagine stessa delle Olimpiadi. Thomas Bach, presidente del CIO, ha recentemente dichiarato al South China Morning Post, un quotidiano di Alibaba, che al momento preferisce i simulatori di sport. Queste le sue parole: "vogliamo promuovere la non discriminazione, la non violenza e la pace tra le persone, ma ciò non coincide con i videogiochi che riguardano violenze ed uccisioni. Dobbiamo definire una linea chiara".

    Bach ha anche detto che gli esport hanno bisogno di una struttura più solida. Il CIO è strutturato come un unico organo di governo per affrontare ogni sport, come FIFA ( Fédération Internationale de Football Association) per il calcio o la Federazione Internazionale di Ginnastica. L'esports ha una propria federazione internazionale, ma con una limitata influenza su una rete di interessi privati ​​tra cui i giocatori, gli organizzatori di concorsi e le squadre dei giocatori.

    Tutti e quattro i giochi presentati in Turkmenistan sono stati caratterizzati da forme di scontro, seppur in ambientazioni fantasy con tecniche d'animazione cartoonesco. Non ci sono stati giochi di guerra o sparatutto. L'evento in Turkmenistan ha mostrato come questo sistema non si inserisce perfettamente nel movimento olimpico.
    La divisione Alisports di Alibaba ha organizzato l'evento e ha utilizzato un sistema di qualificazione online aperto a tutti. Ciò ha spinto le federazioni dell'Australia e della Corea del Sud a boicottare il torneo, affermando che gli atleti dovrebbero essere scelti dai loro comitati olimpici nazionali nello stesso modo in cui gli atleti vengono scelti in uno sport tradizionale.

    Se gli esport facessero parte delle Olimpiadi il CIO sarebbe alle prese con altre critiche, che includono la sponsorizzazione di uno stile di vita poco adeguato e che ignora i paesi più poveri dove supercomputer, internet e videogiochi non sono presenti.
    Inoltre ciò significherebbe che il CIO permette alle aziende private di stabilire regole sulla competizione. In uno sport tradizionale le regole sono trattate con rispetto, al contrario dell'esport dove i publisher dei giochi cambiano costantemente le regole per attirare sempre un pubblico maggiore e mantenere fresco il gioco.
    Aggiungendo un nuovo eroe o personaggio, ciò influisce sul "meta" del gioco e le tattiche sono in continua evoluzione.

    Le maggiori figure del CIO e dell'esport internazionale hanno recentemente dichiarato che l'esport non debutterà nelle Olimpiadi prima di sette anni.
    "Siamo ancora lontani dalla nostra visione e dobbiamo partire con il piede giusto, affinché l'esport si sviluppi sotto una icona positiva e abbiamo bisogno del pieno sostegno di ogni NOC (Network Operations Center n.d.r.), dal governo di ogni paese e sopratutto dal grande pubblico per avere una percezione positiva dello sport elettronico". Queste le parole di Kenneth Fok presidente della Federazione eSport Asiatica.

    Fonte: abcnews
    Condividi articolo
32 commenti   12
  • bloch999 05 ottobre 2017, 13:57 bloch999
    BattleTag: bloch999
    Messaggi: 240

    Iscritto il: 01 aprile 2016, 13:38
    #25
    appunto sono già troppe, però fra queste e le originarie si possono trovare molti punti di contatto... con esport e sport motoristici direi di no. già il calcio non centra nulla. Un gioco è un gioco deve garantire divertimento... questa mania tutta moderna del "professionismo" la trovo stucchevole. Un pò come gli 85enni vestiti come Pantani sulle tangenziali all'ora di punta... ad esempio la corsa sui 100 metri è una prova delle possibilità umane, una sfida contro noi stessi ed i nostri limiti in quanto tali. Nei giochi non è così. Non esiste un limite da abbattere solo un avversario da superare con una probabilità attorno al 50%.... poi non lamentiamoci dei bambocci che fanno i rabbiosi perchè si sentono dei "pro"... non peggioriamo questa piaga. 1
  • Vancold 05 ottobre 2017, 14:01 Vancold
    Messaggi: 753

    Iscritto il: 13 ottobre 2011, 17:41
    #26
    bloch999 ha scritto:appunto sono già troppe, però fra queste e le originarie si possono trovare molti punti di contatto... con esport e sport motoristici direi di no. già il calcio non centra nulla. Un gioco è un gioco deve garantire divertimento... questa mania tutta moderna del "professionismo" la trovo stucchevole. Un pò come gli 85enni vestiti come Pantani sulle tangenziali all'ora di punta... ad esempio la corsa sui 100 metri è una prova delle possibilità umane, una sfida contro noi stessi ed i nostri limiti in quanto tali. Nei giochi non è così. Non esiste un limite da abbattere solo un avversario da superare con una probabilità attorno al 50%.... poi non lamentiamoci dei bambocci che fanno i rabbiosi perchè si sentono dei "pro"... non peggioriamo questa piaga.


    Visione biased, a tratti retrogada e generalizzante, imho.
    1
  • bloch999 05 ottobre 2017, 14:23 bloch999
    BattleTag: bloch999
    Messaggi: 240

    Iscritto il: 01 aprile 2016, 13:38
    #27
    risposta aggressiva senza motivazione e qualunquista, imho....

    quanto al retrogrado si più esattamente feudale.. seguo sempre su fb Feudalesimo et libertà!!! Unitevi anche voi allo vostro Imperatore!!!!

    ps non è che te la prendi perchè sei un ottantacinquenne in tuta da corridore vero??? hahahahahaha
    0
  • Vancold 05 ottobre 2017, 16:37 Vancold
    Messaggi: 753

    Iscritto il: 13 ottobre 2011, 17:41
    #28
    bloch999 ha scritto:risposta aggressiva senza motivazione e qualunquista, imho....

    quanto al retrogrado si più esattamente feudale.. seguo sempre su fb Feudalesimo et libertà!!! Unitevi anche voi allo vostro Imperatore!!!!

    ps non è che te la prendi perchè sei un ottantacinquenne in tuta da corridore vero??? hahahahahaha


    Beh sei libero di trovare le mie risposte come vuoi, apprezzo infatti il tuo mettere "imho", come ho fatto io, visto che non ho oggettivamente condannato la tua visione. L'ho trovata così a parer mio e stop.

    Io ho solo trovato ridicolo l'osannare le discipline classiche (con richiami addirittura alle necessità delle polis) e poi fare un discorso sui 100 metri, spacciandoli per sfida con se stessi o addolcendo la pillola, spargendo poi frasi a caso su e-sports e compagnia cantante (il 50%).

    Inoltre, io più che i bambocci che se la credono, mi lamento forse di più degli adulti che fanno le superstar inarrivabili perché in 100 metri arrivano prima del gelataio (esempio random).
    1
  • BigBoss 05 ottobre 2017, 23:04 BigBoss
    Messaggi: 2350

    Iscritto il: 30 gennaio 2016, 11:06
    #29
    Mi spiace che ti limiti alle tue personali esperienze di quartiere, esistono realtà diverse, anche non necessariamente pacchiane o ridicole, "si è fatto sempre così", non mi sembra un buon motivo per tarpare le ali ad un fenomeno ben più grande del ragazzino che ti bullizza il week end teabaggandoti su OW. 0
  • bloch999 06 ottobre 2017, 08:23 bloch999
    BattleTag: bloch999
    Messaggi: 240

    Iscritto il: 01 aprile 2016, 13:38
    #30
    La mia critica non era sul "grande" ma sulla sostanza... Anche il calcio è "grande" e per decenni se ne è fatto a meno nelle olimpiadi e anche ora che c'è è quasi come se non ci fosse fra gli appuntamenti calcistici importanti... Io dico che nella sostanza gli egame non centrano. Si possono trovare altri modi direi di renderli rilevanti se proprio si vuole. Dei mondiali di categoria si possono sempre creare. Sarà poi la gente che partecipa o meno in base alla percezione che ha dell'egame come evento "rilevante". Inoltre considerate che di videogiochi esistono decine di tipi e igliaia di titoli... Non è una impresa da poco farne UN evento unico seppur diversificato. Ad esempio a me OW nonostante le ottime caratteristiche e la diffusione non piace... quindi se anche sono un videogiocatore non mi interesserebbe una cippa seguire i mondiali di OW... 0
  • BigBoss 06 ottobre 2017, 09:56 BigBoss
    Messaggi: 2350

    Iscritto il: 30 gennaio 2016, 11:06
    #31
    Se violasse qualche punto nel codice di scelta delle discipline attuale semplicemente l'esport non entrerà a far parte delle Olimpiadi e il discorso cadrà così come è stato preso, altrimenti una cosa non nega l'altra: esattamente come il nuoto o decine altre di discipline ci possono essere olimpiadi, mondiali, leghe e altre svariate organizzazioni, non è neppure detto che tutto venga inserito senza una cernita, anzi ne dubito fortemente. Nonostante esistano tornei praticamente da decenni di e-sport, è una disciplina ancora abbastanza acerba, per cui è da vedere come evolverà anche soltanto il regolamento interno, quali giochi sono più adatti ad una competizione, quali più adatti da guardare eccetera. Non fasciamoci la testa prima ancora della botta, è solo un argomento di discussione che dovrebbe riguardare una cosa per cui passeranno 8+ anni, nel mentre ne passerà di acqua sotto ai ponti. 0
  • forestiere 28 ottobre 2017, 18:35 forestiere
    Messaggi: 20

    Iscritto il: 20 ottobre 2016, 20:10
    #32
    http://www.ansa.it/sito/notizie/sport/2 ... 69cf0.html 1
  • Commenta la notizia   12