• Scritto da ,
    Chris Metzen, Senior VP of Story and Franchise Development, l'uomo dietro la storia di ogni gioco Blizzard da Diablo a Overwatch, ha annunciato durante la notte il suo ritiro dall'azienda e dal mondo videoludico a 42 anni. In un lungo post che vi riportiamo qua sotto Chris spiega il motivo della sua scelta, ovvero di dedicarsi alla sua famiglia, specialmente all'ultimo arrivato in casa Metzen.

    Da parte nostra, gli auguriamo di trascorrere anni lunghi e felici con la sua famiglia ringraziandolo per tutto il lavoro svolto fino ad oggi anche per noi giocatori.

    Chris Metzen ha scritto

    I had just turned twenty years old when I started working at Blizzard. Seems like a lifetime ago. Guess it was. Those first few years were the start of a very grand adventure for me, one that would take me around the world, introduce me to thousands of wonderful geeks just like me—and ultimately shape the course of my adult life.

    Of course when I started, I had absolutely no idea what I was doing. I had no idea how to make games or build entertainment products.…

    But I had an insatiable passion for ideas. For stories. For heroes.

    My only real training before joining Blizzard was the long-running D&D campaign I had with my closest friends—Sam, Mike P., Daniel, and Mikey C. (you know who you are, boys…HAMRO!). Building ideas—vast worldscapes, characters, and plotlines with my friends was my first great love. I lived for it. It was a safe space amid the tension and change of some rough teenage years. The grand refuge of D&D was a glorious meeting of minds and imaginations where I felt I truly belonged.

    It was a space where friendship and imagination were inextricably linked.

    The sharing of ideas on the fly, the crazy, unexpected turns other players would take—it stretched our imaginations in ways we’d never have dreamt of on our own. I loved how roleplaying through adventures taught us so much about each other—and, more often than not, ourselves. Imagining together helped us make sense of the crazy world we were growing up in. It made us stronger together.

    I wouldn’t really understand the depth of it for many years, but I had learned an important truth from my friends back then:

    Creativity is relational.

    Looking back at my years at Blizzard, I see now how profoundly this idea has shaped my career. I see how profoundly my friends and coworkers at Blizzard have shaped me as a person.

    For nearly twenty-three years I’ve had the very distinct privilege of shaping worlds and building games with the brightest creative minds in entertainment. I’ve walked with giants (and stood on some giants’ shoulders, too).

    In short, I’ve had the time of my life.

    I pretty much had the coolest job ever—but the truth is, sometimes it was really hard. Building games with dozens of brilliant, passionate alpha-geeks with their own red-hot instincts and perspectives can be pretty tricky. Coming to consensus about certain design decisions, story motifs, or courses of art direction takes a lot of communication, patience, and “give and take.” It stretches you. Sometimes it wasn’t all that pretty. But engaging with your teammates and collaborating through the potential quagmire of all that creative tension is where the real magic happens.

    It’s not just the decisions you come to—or even the final shape of the product you craft.… It’s bigger than that—and infinitely more important. True collaboration builds trust—and trust is the basis of all lasting relationships. With trust you build more than just a great product.

    You build a TRIBE…that can build anything.

    A family of craftsmen.

    That’s what Blizzard has been for me. My second family, through all of life’s ups and downs, it’s always been there. The great, geeky backdrop of my life. I don’t just mean “the job” or even the creative mission—but the people. The people who over and over lifted me up, believed in me—and pushed me to find my potential as both an artist and as a leader all these years.

    To my Blizzard brothers and sisters…I wish I had the words.

    Everything just sounds…trite.

    All I can think of is…

    You helped me believe in myself and achieve every one of my wildest dreams.
    I am forever grateful to you.

    I love you all with everything I’ve got.

    Thank you.

    And to all of you out there in Blizzard’s vast gaming community—those of you I’ve had the pleasure of meeting in person and all of you around the world I’ve only heard about—thank you.

    Thank you all for letting me be a special part of your community. For letting me belong with you. We’ve shared countless adventures together and I’ve always been overwhelmed and humbled by your passion for our games as well your commitment to each other. Thank you for all the BlizzCon hugs, smiles, handshakes, and stories over the years. You will never know how much you’ve all touched my heart and inspired me to give my all into this craft.

    With that said, I’ll try to get down to the point, here. I’ve come to a turn in the road. A new, far quieter chapter in my life looms ahead.

    I am retiring.


    Hangin’ up my guns.
    Clockin’ out.
    Takin’ the last gryphon out of Stormwind.
    You get the picture.

    Crazy, I know.

    It’s a massive change for me, but it’s one I’ve been looking forward to for a while now. It’s ironic given the fact that things have never been better or more energized at Blizzard. Just this year alone has been incredible.

    Legion’s arrival.
    The launch of Overwatch.
    The Warcraft feature film.

    I’ve never been more proud of Blizzard and the quality of its products than I am now. It’s remarkable that even after all these years we can still reach new heights and take the world for an amazing ride. I believe Blizzard’s future is brighter than ever.

    I won’t lie—it’s going to be really hard stepping away from these worlds that I love. But I’m content that I’m leaving them in the hands of the most passionate, talented, and dedicated craftsmen ever assembled.

    I can’t wait to see where Blizzard’s worlds go next—and to experience them first-hand like everyone else does. As a fan. As an adventurer. Right back to the start.

    That’s just so cool…

    The reason I use the word “retire” is because I’m not going to some other company or starting up new projects or anything remotely like that. It’s been a long, amazing stretch of years. Now it’s time to slow it down. Rest. Lay around on the couch and get fat. Well, fatter.…

    Seriously though, I’ll be focusing on the one thing that matters most to me in all the world—my family. They’re the core of my life and the source of my deepest joy and inspiration. In addition to raising our two little ones, we recently welcomed our new baby into the family! Being home with them all, having time and space to really live…to love my wife with all my strength…that’s my career now.

    And I’ve never been happier.

    Ever. ☺

    Peace out, y’all.

    I love you all.

    I’ll see you online.


    Condividi articolo
46 commenti   12
  • Cippacometa 13 settembre 2016, 11:48 Cippacometa
    BattleTag: cippacometa#1373
    Messaggi: 1067

    Questo vuol dire che si è liberata una posizione XD 0
  • Rulez 13 settembre 2016, 12:15 Rulez
    BattleTag: aClic#2433
    Messaggi: 552

    Iscritto il: 18 dicembre duemilaefattigliaffarituoi, all'ora che ne avevo voglia.
    www.twitch.tv/Credici che streammo, ho TeleTu
    Cippacometa ha scritto:Questo vuol dire che si è liberata una posizione XD

    @Cippacometa Esatto, ora nella sezione Recruit è apparso un
    "New God Needed"
  • Cippacometa 13 settembre 2016, 12:43 Cippacometa
    BattleTag: cippacometa#1373
    Messaggi: 1067

    Non sarò mai qualificato abbastanza 0
  • exca 13 settembre 2016, 12:47 exca
    Messaggi: 593

    Hearest thou my voice, still?
    rip green jesus 0
  • Vlad78 13 settembre 2016, 12:57 Vlad78
    BattleTag: Vlad78#2808
    Messaggi: 3251

    Chi gioca face hunter non mi addi, lo denuncio! :P
    "Tutti a cazzo durissimo qui,grandi!" cit. Peppu90 <3
    Un mito, una pietra miliare del mondo videoludico, oltre che doppiatore di livello,almeno quello resta :D 0
  • Dhurgrim 13 settembre 2016, 13:23 Dhurgrim
    BattleTag: Fervus#2252
    Messaggi: 20

    Iscritto il: 27 settembre 2011, 08:31
    Dubito che ci sia qualcuno di così carismatico alla blizzy che possa prendere il suo posto. era il carrier del Blizzcon, senza lui sarà molto più triste (sorry)
    Però si è meritato ogni centesimo e solamente un gigantesco grazie dalla community per quello che ha creato! Che si goda la meritata pensione!
  • Rekse 13 settembre 2016, 13:30 Rekse
    Messaggi: 3365

    Se qualcuno vuole aggiungermi al battle.net me lo dica perché rifiuto chi non conosco.
    Grevier ha scritto:Chi è la doppiatrice di Sylvanas? (angel)


    nientepopodimeno di P.J. Mattson Immagine
  • SERAPHIMON 13 settembre 2016, 14:24 SERAPHIMON
    BattleTag: SERAPHIMON#2969
    Messaggi: 1496

    Iscritto il: 25 ottobre 2013, 21:43
    un dolce decisamente amaro! ;( 0
  • Deinoforo 13 settembre 2016, 15:07 Deinoforo
    BattleTag: Deinoforo#2266
    Messaggi: 2008

    micio micio miao miao
    tornare dalla vendemmia e vedere queste cose mette tristezza però...i migliori auguri e grazie comunque per l'ottimo lavoro! 0
  • Exhumed 13 settembre 2016, 16:24 Exhumed
    BattleTag: Punisher666#2193
    Messaggi: 2649

    Hell On Earth
    Azz notizia assai triste!
    Un vero idolo! Gli auguro ogni fortuna e bene ;)
  • Grevier 13 settembre 2016, 17:19 Grevier
    Messaggi: 5132

    Bloodborne Platinum
    @Rekse era per sapere su di chi devo sperare infortuni di sorta, un pò mi dispiace. 0
  • Zardock 13 settembre 2016, 17:46 Zardock
    BattleTag: Zardock#2621
    Messaggi: 398

    WOW:Hunter's only Player
    HS:Legend Player & Arena Lover
    D3 & SC://
    OW:Datemi una beta Key *_*
    Nessuno lo ha fatto notare...
    IN PENSIONE A 42 ANNI rofl
    Beato lui, noi comuni mortali un altro po ci andremo ad 80 anni ahahah
    Avrà fatto un "paccata" di soldi alla Blizz e ha deciso di non lavorare più, ha fatto bene!!
    (Ha due figli piccoli da gestire e se li potrà godere in pieno)

    Per il resto una delle figure più carismatiche e simboliche della blizzy peccato!!
    Continuerà a doppiare sicuro Thrall, quindi gli amanti del client inglese non devono disperare rofl (Lo ha dichiarato su twitter)
    E secondo me appena i figli entreranno nella fase teenager e si scoccerà a stare a bordo piscina a bere birra ritornerà alla base!! Vediamola come un aspettativa di qualche anno!
    (Lo faranno W IV e lui sarà uno del team di sicuro)

  • Deltron 13 settembre 2016, 21:25 Deltron
    Messaggi: 185

    A warrior is free to be a hero and pull off daring do and the soldier is irresponsible if he does it
    @Zardock in realtà l'ho avevo visto anche io ma..... non avevo voglia di scriverlo rofl 0
  • Terhalas 13 settembre 2016, 22:48 Terhalas
    BattleTag: Teralas#2492
    Messaggi: 100

    Tutto deve avere la sua giusta fine perché ci sia il suo nuovo inizio.
    Mamma mia che notizia. Di tutto lo staff Blizzard mi ricordo solo 3 persone: lui, il presidente Morhaime e il tizio coi capelli lunghi che è negli Elite Tauren Chieftains e suona (mi pare) la batteria (è il capo degli artisti Blizzard).

    Metzen è quello che mi dava l'impressione di essere quello più importante, perché se è vero che Mike Morhaime è il presidente, Chris Metzen l'ho sempre visto come quello che scriveva/leggeva/approvava le varie quests di World of Warcraft.

    Molte di quelle missioni mi sono piaciute tantissimo e sono molto grato a lui per le storie che ha saputo raccontare, in modo tanto appassionante. Mi mancherà sicuramente, ma se è vero che le missioni di Legion (per esempio quelle degli Artefatti) sono gestite da un altro, beh posso dire che siamo in buonissime mani!

    A lui auguro di godersi il meritato riposo (presumo temporaneo, poi gli tornerà la nostalgia, secondo me) e apprezzo molto il fatto che abbia lasciato quando non aveva più la passione di fare il suo lavoro. Molto meglio qualcuno che abbia piacere a farlo, di lui che lo avrebbe fatto controvoglia. :)

    Ciao ciao,
  • Greymane 13 settembre 2016, 23:46 Greymane
    BattleTag: Urabrask#2263
    Messaggi: 5771

    “War is our sculptor. And we are prisoners to its design.”
    - Javik [Mass Effect 3]

    che dire, grazie di tutti i momenti felici che ci ha fatto passare, mi spiace, speriamo solo di vederlo al Blizzcon come suo ultimo evento da "lavoratore", anzi ne sono alquanto certo :D
    Auguro tutto il bene a lui ed alla sua famiglia :good:
  • ReXXeR 14 settembre 2016, 00:37 ReXXeR
    BattleTag: ReXXeR#2397
    Messaggi: 162

    Linux Mint FTW!
    nessun problema, ci ha lasciato in eredità Metzen la renna rofl 2
  • BigBoss 14 settembre 2016, 08:20 BigBoss
    Messaggi: 1615

    Iscritto il: 30 gennaio 2016, 11:06
    Comunque era già un paio di fiere che pian pianino dava modo anche ad altri di parlare dei progetti e lasciava spazio, tralasciando il lancio di OW e le interviste su Titan, ihmo è una cosa che è stata ponderata e progettata con molto anticipo. 0
  • Rekse 14 settembre 2016, 08:34 Rekse
    Messaggi: 3365

    Se qualcuno vuole aggiungermi al battle.net me lo dica perché rifiuto chi non conosco.
    Deinoforo ha scritto:tornare dalla vendemmia e vedere queste cose mette tristezza però...i migliori auguri e grazie comunque per l'ottimo lavoro!


    Torni dalla vendemmia, logghi warcraft e ti tocca pure andare a pestare l'uva con i piedi a Suramar.
  • Deinoforo 14 settembre 2016, 17:47 Deinoforo
    BattleTag: Deinoforo#2266
    Messaggi: 2008

    micio micio miao miao

  • Mhian 15 settembre 2016, 14:03 Mhian
    BattleTag: Mhian#2115
    Messaggi: 27

    Iscritto il: 16 marzo 2016, 19:52
    Ciao Chris! 0
  • grallenMost Valuable Poster 19 settembre 2016, 15:11 grallen
    BattleTag: Grallen#2521
    Messaggi: 5616

    Dal caos si crea l'ordine e dell'ordine si genera il caos.
    Se interessa è uscita la traduzione del suo messaggio

    Avevo appena compiuto vent'anni quando ho iniziato a lavorare in Blizzard. Mi sembra sia passata una vita, e forse è proprio così. Quei primi anni erano l'inizio di una grande avventura per me, una di quelle che mi avrebbe portato in giro per il mondo, che mi avrebbe fatto conoscere migliaia di meravigliosi fanatici come me, e che in fondo avrebbe definito il corso della mia vita adulta.

    Quando ho iniziato, non avevo ovviamente la minima idea di cosa stessi facendo. Non sapevo come programmare giochi o creare prodotti destinati all'intrattenimento...

    Ma avevo un'insaziabile passione per le idee, le storie e gli eroi.

    La mia unica, vera esperienza prima di entrare in Blizzard era la perpetua campagna di D&D che giocavo con i miei amici più cari: Sam, Mike P., Daniel e Mikey C. (voi sapete chi siete, ragazzi... HAMRO!). Sviluppare idee, creando nuovi mondi, personaggi e storie con i miei amici, è stata la mia prima grande passione. Vivevo per questo. Era la mia via di fuga dalle tensioni e dai cambiamenti nella fase più difficile della vita da teenager. Il rifugio rappresentato da D&D era un glorioso crogiolo di cervelli creativi al quale sentivo di appartenere.

    Era uno spazio nel quale l'amicizia e l'immaginazione si univano inestricabilmente.

    Condividere le idee man mano che nascevano, con i conseguenti, folli e inaspettati cambiamenti che gli altri giocatori dovevano affrontare, estendeva la nostra immaginazione in modi che non potevamo immaginare. Adoravo il modo in cui il gioco di ruolo, attraverso le avventure, aumentava la conoscenza che avevamo gli uni degli altri e, molto spesso, di noi stessi. Immaginare insieme ci ha aiutato a comprendere meglio il senso del pazzo mondo in cui stavamo crescendo. Ci rendeva più forti, insieme.

    Non ne avrei compreso la portata per molti anni, ma avevo appreso una verità molto importante dai miei amici: la creatività è relazionale.

    Ripensando ai miei anni in Blizzard, capisco solo ora quanto profondamente questa idea abbia plasmato la mia carriera e quanto i miei colleghi in Blizzard mi abbiano influenzato come essere umano.

    Per quasi ventitré anni ho avuto il grande privilegio di creare mondi e giochi insieme alle menti più brillanti e creative nel mondo dell'entertainment. Ho camminato con i giganti, oltre a essere stato sulle loro spalle.

    In breve, non mi sono mai divertito così tanto.

    Ho fatto il lavoro più bello del mondo, anche se a volte è stata davvero dura. Creare giochi insieme a decine di brillanti e appassionati fanatici, ognuno con il proprio istinto e punto di vista, può essere difficile. Mettere d'accordo le idee, lo spirito creativo e la direzione artistica di queste persone richiede molta comunicazione, pazienza e capacità di compromesso. Ti fa crescere. Non è sempre stato tutto rose e fiori, ma affrontare queste situazioni con i propri colleghi e collaborare per attraversare il potenziale pantano delle tensioni creative è proprio il momento in cui nasce la vera magia.

    Non sono solo le decisioni alle quali si arriva o la forma definitiva del prodotto che stai creando. È qualcosa di più, e infinitamente più importante. La vera collaborazione crea fiducia, e la fiducia è la base di qualsiasi relazione duratura. Con la fiducia si crea qualcosa di più di un grande prodotto.

    Si crea una TRIBÙ che è in grado di fare qualunque cosa.

    Una famiglia di artigiani.

    Ecco cos'è stata Blizzard per me. La mia seconda famiglia, che è sempre stata lì per me attraverso tutti gli alti e bassi della vita. Una robusta spina dorsale. E non parlo solo del "lavoro" o della missione creativa. Intendo proprio le persone, quelle che mi hanno aiutato, che hanno creduto in me e mi hanno spinto a trovare il mio potenziale come artista e leader in tutti questi anni.

    Vorrei trovare le parole giuste per tutti i miei fratelli e sorelle in Blizzard.

    Suona tutto così... retorico.

    Non riesco a pensare ad altro che a questo: mi avete aiutato a credere in me stesso e a raggiungere tutti i miei sogni più reconditi.
    Vi sarò per sempre grato.

    Vi amo tutti, con tutto il cuore.


    A tutta la grande comunità Blizzard, a tutti quelli che ho avuto il piacere di conoscere di persona e agli altri di cui ho solo sentito parlare, in tutto il mondo: grazie.

    Grazie per avermi permesso di essere una parte così importante della vostra comunità, per avermi accettato tra di voi. Abbiamo condiviso infinite avventure insieme; la vostra passione per i nostri giochi è stata travolgente, come pure il vostro impegno. Grazie per tutti gli abbracci, i sorrisi e le strette di mano che ho ricevuto a ogni BlizzCon, e per le storie che mi avete raccontato in questi anni. Non saprete mai quanto mi avete ispirato e quanto avete contribuito alla realizzazione di tutto questo.

    Detto ciò, arrivo al punto. Sono arrivato a una svolta. Un nuovo, molto più tranquillo capitolo della mia vita mi aspetta.

    Mi ritiro.


    Appendo il mouse al chiodo.
    Passo e chiudo.
    Prendo l'ultimo grifone in partenza da Roccavento.
    Be', avete capito.

    È folle, lo so.

    È un grande cambiamento per me, ma è da un po' che ci penso. Ironico, considerando che non sono mai stato meglio di adesso in Blizzard. L'ultimo anno è stato incredibile.

    L'arrivo di Legion.
    Il lancio di Overwatch.
    Il film di Warcraft.

    Non sono mai stato più orgoglioso di Blizzard e della qualità dei suoi prodotti di quanto lo sono ora. È incredibile come, anche dopo tutti questi anni, riusciamo a raggiungere queste vette, cavalcando il drago in questa folle corsa. Credo che il futuro di Blizzard sia più fulgido che mai.

    Non vi mentirò: sarà difficile allontanarmi da questo mondo che amo così tanto, ma sono contento di andarmene lasciando questo lavoro in mano ad artigiani così appassionati, talentuosi e impegnati.

    Non vedo l'ora di scoprire dove arriverà Blizzard e di provarlo in prima persona, come tutti gli altri. Come un fan, un avventuriero. Come facevo all'inizio.

    Sarà bellissimo.

    Il motivo per cui ho usato la parola "ritiro" è perché non cambierò azienda né avvierò un nuovo progetto personale. Niente di tutto questo. Sono stati anni lunghi, incredibili, ma è arrivato il momento di togliere il piede dall'acceleratore, di riposare. Di spaparanzarmi sul divano e ingrassare. O meglio, ingrassare ulteriormente...

    Parlando seriamente, mi voglio concentrare sulla cosa più importante della mia vita: la mia famiglia. Sono il mio punto di riferimento e la fonte delle mie più grandi gioie e ispirazioni. Oltre a crescere i due piccoli che già ci sono, abbiamo recentemente dato il benvenuto a un nuovo arrivato in famiglia! Stare a casa con tutti loro, avere il tempo e lo spazio per vivere con loro, per amare mia moglie con tutto me stesso... questa è la mia carriera, ora.

    E non sono mai stato così felice.

    Mai. :)

    Ciao a tutti.

    Vi voglio bene.

    Ci vediamo online.

  • Metalline 20 settembre 2016, 08:18 Metalline
    BattleTag: metalline#2691
    Messaggi: 2674

    Top40ita inside
    Stare a casa con tutti loro, avere il tempo e lo spazio per vivere con loro, per amare mia moglie con tutto me stesso

    Se davvero questo si è sposato con un essere umano uteromunito non può scrivere questa cosa.

    Se reputa stressante lavorare 12 ore in Blizzard cambierà idea dopo 24 ore con una donna.

    Falso come una moneta da 4 euro rofl rofl
  • Commenta la notizia   12