• Scritto da ,
    In una rara intervista post-ritiro, Chris Metzen ha discusso le motivazioni che hanno portato alla sua decisione di ritirarsi dall'azienda. Qui riportiamo i passaggi più importanti dell'intervista, ma consigliamo di ascoltare la versione integrale del podcast.

    Una delle ragioni chiave è stata sicuramente lo sviluppo del progetto Titan. Le aspettative del progetto erano enormi e Chris si sentiva schiacciato dalle responsabilità di un progetto così grande. Metzen descrive gli anni passati a lavorare su Titan come frustranti: oltre alla propria ansia, molti dei problemi nascevano dalla mancanza di una visione condivisa fra tutti i team che partecipavano al progetto. Il fallimento di Titan è stato uno dei momenti più bassi della carriera di Metzen, forse il momento in cui la prima idea del suo ritiro è stata ventilata.

    Ma poi ecco Overwatch, che Chris definisce come un progetto che ha redento la visione che avevano per Titan e che ha riunito gli sviluppatori, per creare qualcosa di unico. Questa è stata la vera vittoria di Overwatch, oltre al successo di critica e pubblico. Nonostante questo, durante gli ultimi due anni, Chris è stato colpito spesso da attacchi di panico, fino ad arrivare a periodi costanti di ansia e tensione che lo bloccavano per giorni.

    All'inizio non era ben chiaro quale fosse la malattia, una volta capito il problema è stata dura accetarne le conseguenze e capire di aver bisogno di aiuto. Soprattutto, era necessario fare un passo terribile: abbandonare il proprio lavoro. Il ritiro è stato difficile per Metzen, che considera tutt'ora Blizzard parte della sua famiglia e una delle parti più importanti della sua vita. Avendo abbandonato già da mesi l'azienda, Chris sente già la mancanza della creazione, dello sviluppare idee. Ma la sua salute ancora precaria gli impedisce di fare praticamente qualunque cosa, perfino partecipare alla BlizzCon.

    Metzen conclude che ritornerà a creare qualcosa quando la sua salute glielo permetterà e si sentirà pronto, ma probabilmente non tornerà ad un lavoro simile a quello precedente, forse collaborerà con Golden su qualche libro o progetto futuro.

    Fonte: Scott Johnson Podcast
    Condividi articolo
21 commenti
  • Yardeh 18 novembre 2016, 11:17 Yardeh
    Messaggi: 8128

    -cometaxxx-
    #1
    Ha fatto benissimo allora.
    Sarei curioso di sapere di più sul progetto titan, la sua vera visione. Forse aveva pensato davvero in grande (come a volte facciamo noi con le pippe mentali). Un gran peccato. Speriamo si riprenda e perchè no, che un giorno torni.
    4
  • Black 18 novembre 2016, 11:24 Black
    Messaggi: 296

    Keep Calm and Wipe
    #2
    Non deve essere facile (dal punto di vista psicologico) lavorare con milioni di occhi puntati addosso e con un'aspettativa così grossa 0
  • Grevier 18 novembre 2016, 11:50 Grevier
    Messaggi: 5243

    Bloodborne Platinum
    #3
    Sono stanco... adesso mi faccio fare una statua...
    Immagine
    Carina dai...
    Immagine
    3
  • boreale 18 novembre 2016, 12:29 boreale
    BattleTag: Boreale#1397
    Messaggi: 93

    Iscritto il: 22 ottobre 2010, 14:35
    #4
    Ha fatto molto più che bene, lo strees di questi vent'anni lo si vede in faccia (a 45 anni ne dimostra di più). Un periodo di riposo non può fargli che bene, x poi ritornare pian pian a mettere su carta quelle idee ed isperazioni che gli saranno venute pressoché spontaneamente, come una scoreggia liberatoria. Siamo tutti con te Chris!!!! 0
  • kyntaro 18 novembre 2016, 15:27 kyntaro
    BattleTag: kyntaro#2755
    Messaggi: 2305

    Non si smette di giocare quando si diventa vecchi...
    si diventa vecchi quando si smette di giocare!
    #5
    Un grandissimo, però ahimè...è così che funziona il sistema in America, autodistruzione in nome del Old God Money!

    Mhhh....mi sa che lo contatterò per qualche progettino un giorno :D
    1
  • Wulgrim 18 novembre 2016, 15:48 Wulgrim
    Messaggi: 8316

    They were all dead. The final gunshot was an exclamation mark of everything that had led to this point. [Cit]
    #6
    kyntaro ha scritto:autodistruzione in nome del Old God

    Quindi Metzen boss a fine di legion o della prossima exp? :O (varian - thrall rofl )
    0
  • Metalline 18 novembre 2016, 16:07 Metalline
    BattleTag: metalline#2691
    Messaggi: 2748

    Top40ita inside
    #7
    Vabbè non entro nello specifico perchè conosco lo stress e so cosa vuole dire alzarsi la notte sudando freddo, però quando vado al conad e in coda con me ci sono genitori che comprano ai loro figli il te della conad perchè non si possono permettere quello della Ferrero penso solo a quanto sono fortunato e che lo stress sia comunque meglio del non poter dare il massimo ai propri figli.

    Succo del discorso " A mezze ma vaffancuuuu va"...

    -.-
    3
  • Furt 18 novembre 2016, 16:22 Furt
    BattleTag: Furt#1983
    Messaggi: 332

    HotS: Admin Decima eSport - DPS
    WoW: tauren wardps - Retired
    Sc2: Toss - Retired
    D3: Barbarian - Annoing
    Dota2 LoL Smite: Retired
    #8
    Metalline ha scritto:Vabbè non entro nello specifico perchè conosco lo stress e so cosa vuole dire alzarsi la notte sudando freddo, però quando vado al conad e in coda con me ci sono genitori che comprano ai loro figli il te della conad perchè non si possono permettere quello della Ferrero penso solo a quanto sono fortunato e che lo stress sia comunque meglio del non poter dare il massimo ai propri figli.

    Succo del discorso " A mezze ma vaffancuuuu va"...

    -.-

    @Metalline
    d'accordissimo.
    non saprei.. forse nel mondo IT ci sono lavori più stressanti (e peggiori) .... rimane cmq una grande perdita per blizzard.
    0
  • ReXXeR 18 novembre 2016, 21:29 ReXXeR
    BattleTag: ReXXeR#2397
    Messaggi: 171

    Linux Mint FTW!
    #9
    Non dobbiamo essere tristi, Chris ci ha lasciato una grande eredità!



    rofl
    4
  • BigBoss 19 novembre 2016, 22:39 BigBoss
    Messaggi: 1669

    Iscritto il: 30 gennaio 2016, 11:06
    #10
    @Metalline si profila una patologia ben diversa dal racconto di metzen, disturbo da attacchi di panico probabilmente, una malattia abbastanza invalidante e difficile da trattare, particolarmente se bisogna presenziare ad eventi pubblici e conferenze poi. 2
  • Elmarco 20 novembre 2016, 00:33 Elmarco
    BattleTag: Elmarco#2695
    Messaggi: 1698

    Keyrà,schifohealer degli EX :|
    #11
    BigBoss ha scritto:Metalline si profila una patologia ben diversa dal racconto di metzen, disturbo da attacchi di panico probabilmente, una malattia abbastanza invalidante e difficile da trattare, particolarmente se bisogna presenziare ad eventi pubblici e conferenze poi.

    @BigBoss ^-- this. Non sarà stato un "oddio quanto ho da fare" ma roba molto più pressante.
    Probabilmente c'ha creduto tantissimo su quel progetto, trovandosi comunque sommerso dal creare un nuovo universo + continuare a scrivere per quelli già esistenti + chissà il casino che sarà uscito quando il progetto ha incontrato le varie difficoltà...
    Ha fatto bene a prendersi sta -pausa- ,speriamo che post guarigione torni e non si limiti a cose minori.
    0
  • BigBoss 20 novembre 2016, 09:48 BigBoss
    Messaggi: 1669

    Iscritto il: 30 gennaio 2016, 11:06
    #12
    @Elmarco no, è anche peggio. La tua visione prevede una razionalizzazione del suo problema, qua invece si parla di una patologia che ha meccanismi ampiamente "irrazionali", si estende a macchia d'olio e rapidamente ad ogni ambito della vita. Ci sono dei casi, gravissimi, in cui il soggetto non si sente al sicuro neanche ad uscire dalla propria stanza da letto, giusto per capire quanto puo' risultare invalidante. Non è una semplice somma di eventi della propria vita, è una vera e propria patologia, come un'influenza, con la differenza che, probabilmente, puo' rimettere, ma è raro che ti abbandoni per sempre. Non hai controllo, non è semplice stress, ha probabilmente delle componenti genetiche oltre a quelle ambientali, è una vera e propria patologia cronica dell'ambito psichiatrico. 1
  • Metalline 20 novembre 2016, 11:04 Metalline
    BattleTag: metalline#2691
    Messaggi: 2748

    Top40ita inside
    #13
    Non sono uno psicologo e non entro nel merito. Dico semplicemente che, razionalmente, gli attacchi di panico da stress con un conto in banca di svariati milioni di dollari, sono secondo me molto meno invalidanti di non poter scegliere che futuro dare ai propri figli.

    @BigBoss comunque vada lui ha scelto di smettere, c'è gente che non può scegliere e questo secondo me è molto peggio.

    Poi la storia è piena di gente ricca suicidatasi o persone intelligentissime con disturbi più o meno gravi.

    Semplicemente lui ha scelto di smettere di logorarsi e rinascere, molti non possono scegliere di comprarsi una casa, come non possono scegliere che cibo comprare.
    0
  • BigBoss 20 novembre 2016, 13:18 BigBoss
    Messaggi: 1669

    Iscritto il: 30 gennaio 2016, 11:06
    #14
    No, @Metalline , non ci siamo capiti, non stiamo parlando di semplice stress a seconda di come si configura la patologia di cui parliamo. Quando una patologia psichiatrica è grave, non c'è "scelta" che tenga, non è diverso da scoprire che si ha la corea di huntington o una forma particolarmente precoce ci Alzheimer, o chessò io, avere un infortunio pesante sul lavoro. In svariati paesi civili, come il nostro, si riceve una pensione d'invalidità, parziale o totale che sia, calcolata sul reddito che si aveva, per esempio se un famoso chirurgo o un pianista perde l'uso delle dita per un incidente o una sezione spinale alta, la sua pensione è commisurata a quello che guadagnava. Non so, onestamente, come funzioni in USA e quanto sia grave la sua forma di patologia, ma ti posso assicurare che casi gravi di disturbi psichiatrici sono benissimo in grado di essere invalidanti al 100%. 1
  • Elmarco 20 novembre 2016, 20:45 Elmarco
    BattleTag: Elmarco#2695
    Messaggi: 1698

    Keyrà,schifohealer degli EX :|
    #15
    BigBoss ha scritto:Elmarco no, è anche peggio. La tua visione prevede una razionalizzazione del suo problema, qua invece si parla di una patologia che ha meccanismi ampiamente "irrazionali", si estende a macchia d'olio e rapidamente ad ogni ambito della vita. Ci sono dei casi, gravissimi, in cui il soggetto non si sente al sicuro neanche ad uscire dalla propria stanza da letto, giusto per capire quanto puo' risultare invalidante. Non è una semplice somma di eventi della propria vita, è una vera e propria patologia, come un'influenza, con la differenza che, probabilmente, puo' rimettere, ma è raro che ti abbandoni per sempre. Non hai controllo, non è semplice stress, ha probabilmente delle componenti genetiche oltre a quelle ambientali, è una vera e propria patologia cronica dell'ambito psichiatrico.

    @BigBoss Hai ragione,ho espresso molto in maniera leggera l'dea.
    Si in italia ti danno tot invalidità per questo...gli attacchi di panico sembrano na cagatina,un "o mio dio domani ho la verifica oddio non riesco a dormire!" ma sono "n'attimo più pesanti"
    0
  • Greymane 21 novembre 2016, 01:26 Greymane
    BattleTag: Urabrask#2263
    Messaggi: 5917

    “War is our sculptor. And we are prisoners to its design.”
    - Javik [Mass Effect 3]
    #16
    @BigBoss ha pienamente ragione.
    Disturbi d'ansia e di panico (una non signifoca avere per forza anche l'altra, rettifico) hanno una loro scala di "invaliditá", chi più, chi meno, varia dal soggetto..
    Sono, infatti, considerate (giustamentr) delle vere e proprie patologie. E purtroppo sono probabilmente tra quelle di cui è più difficile uscirne, ed uno dei motivi é che sono emozioni non estranee al nostro corpo, di conseguenza, in un modo o nell'altro, ci se le porta dietro.
    Senza contare le ulteriori complicazioni date da queste patologie, per esempio, se una persona soffre di vertiggini da un'altezza di, per dire, 10 metri, se inizia a soffrire d'ansia, in poco tempo sará anche riluttante a salire su una scala, questo perchè questa patologia alimenta anche tutte le altre paure.
    Non sapevo comunque che esistesse una specie di pensione di invaliditá per queste patologie, so che i lavoratori affetti hanno dei bonus, come orario lavorativo ridotto e altre cose, ma mi é nuova la cosa di una vera e propria "pensione".

    @Metalline

    Stai mettendo in paragone due cose che sono largamente diverse, entrambe sono molto gravi, ma sono due mondi differenti, se così possiamo dire. Anche loo stress lavorativo, preso da solo, non è così invalidante, ma quabdo porta a disturbi d'ansia o attacchi di panico, la situazione si aggrava.
    Insomma, difficoltá economiche e disturbi dati da ansia sono paragoni difficili da fare, per quanto entrambi siano invalidanti.

    Ed fatto che Chris non abbia partecipato al Blizzcon, ovvero l'evento che celebra la sua più grande passione (la Blizzard, appunto), cosa a cui ha dato 20 anni e passa della sua vita, direi che sia un chiaro segnale che non sia una cazzata
    0
  • Metalline 21 novembre 2016, 09:13 Metalline
    BattleTag: metalline#2691
    Messaggi: 2748

    Top40ita inside
    #17
    @BigBoss siamo noi che supponiamo quel tipo di patologia...

    Non siamo di fronte a malattie come quella di Nash per intenderci. Qui parliamo di una malattia sicuramente invalidante

    Chris è stato colpito spesso da attacchi di panico, fino ad arrivare a periodi costanti di ansia e tensione che lo bloccavano per giorni.


    ma con carattere temporaneo e parziale. Con tutto il rispetto per Metzen per me (trattasi di parere personale che vale uno) penso che ci siano molte altre cose peggiori.
    0
  • BigBoss 21 novembre 2016, 10:24 BigBoss
    Messaggi: 1669

    Iscritto il: 30 gennaio 2016, 11:06
    #18
    @Metalline @Greymane ovviamente stiamo speculando, fare diagnosi a distanza è impossibile, così come è impossibile valutare prognosi e gravità del quadro, tuttavia è l'approccio ad essere viziato. Mi spiego meglio, che è un concetto difficile e sto pure a scrivere col cellulare: non importa la causa della patologia ma le effettive conseguenze sulle tue capacità di lavoro e, infine, su quelle di autosufficienza: se non sei più in grado di prendere i mezzi pubblici, fare la spesa, ecc, hai diritto all assegno per l'accompagnatore perchè non sei più autosufficiente, sia che tu sia demente, sia che tu abbia un disturbo fobico grave. La scala d'invalidità è indipendente dalla causa, riguarda solo competenze e abilità intrinseche al soggetto e alle loro mancanze. 0
  • ciccio44 21 novembre 2016, 14:50 ciccio44
    BattleTag: Attil#2201
    Messaggi: 2335

    “Che può esserci al di sopra di uno che è al di sopra della fortuna?”
    #19
    State certi che Metzen non è a quei livelli rofl di certo avrà trovato abbastanza ridicolo "mangiarsi il fegato" da milionario perché aveva membri del team (probabilmente nuovi) che spesso non erano in totale accordo con le sue visioni.

    Brutta cosa la democrazia.
    0
  • seraknis 21 novembre 2016, 16:36 seraknis
    BattleTag: Serak#21960
    Messaggi: 1418

    Iscritto il: 12 ottobre 2011, 12:45
    #20
    @ciccio44
    Chris è stato colpito spesso da attacchi di panico, fino ad arrivare a periodi costanti di ansia e tensione che lo bloccavano per giorni

    questo è in netto contrasto con quello che dici, situazioni del genere ti rendono a tutti gli effetti incapace di intendere e di volere ed un pericolo per te e per gli altri.

    Le battutte sul suo conto in banca sono di un cattivo gusto che manco ve lo dovrei dire.
    1
  • ciccio44 21 novembre 2016, 17:17 ciccio44
    BattleTag: Attil#2201
    Messaggi: 2335

    “Che può esserci al di sopra di uno che è al di sopra della fortuna?”
    #21
    @seraknis se la vedi come una battuta fa pure, giorni interi non sono mesi o anni, è ben diverso.

    La cosa che ho scritto sono in altre parti dell'intervista quindi non mi sono inventato nulla. Come si è visto da interviste ed altro ha passato, come nella maggior parte dei casi per fortuna, quel periodaccio dettato dai problemi con il team e tensioni varie.
    0
  • Commenta la notizia