• Quest'anno alla BlizzCon non ci saranno solo presentazioni e panel che riguardano i videogiochi, ma anche un appuntamento dedicato alla celebrazione delle diverse "culture, generi, orientamenti sessuali e interessi" degli appassionati Blizzard.

    Saranno presenti dipendenti Blizzard che condivideranno le loro esperienze e incoraggeranno i partecipanti alla fiera a fare lo stesso.

    Blizzard Entertainment ha scritto

    BLIZZARD DIVERSITY MEET-UP ALLA BLIZZCON

    12 ottobre 2017

    Come molti di voi sanno, Blizzard è una società che dà grande valore alla diversità. Siamo orgogliosi della diversità dei nostri giocatori e i nostri valori fondamentali riflettono questa verità. Lo stesso vale per i nostri giochi. Non solo ci stiamo impegnando affinché i nostri giochi siano accoglienti per tutti, ma stiamo anche creando universi di gioco che riflettano l'intero spettro di culture, generi, orientamenti sessuali e interessi che costituiscono la nostra community. Come sempre, siamo entusiasti di come questa community condivida la nostra passione nel sostenere la diversità e l'inclusione.

    È quindi naturale trovare un modo per celebrare tutto ciò alla BlizzCon, dove quest'anno introdurremo uno spazio dal nome "Blizzard Diversity Meet-Up".

    Si tratta di una zona specifica, messa a disposizione di tutti i partecipanti interessati ad ascoltare discussioni sulla diversità e sugli sforzi fatti da Blizzard in questo senso. Uno degli obiettivi più ambiziosi di questo spazio è diventare posto in cui le persone possano condividere le loro esperienze riguardanti la diversità e l'inclusione, sia nei nostri giochi sia all'interno della nostra community. A tal fine, incoraggeremo le discussioni di gruppo e avremo dei dipendenti Blizzard che condivideranno le loro storie personali. Saremo anche disponibili a rispondere a tutte le domande che i partecipanti potranno avere su come Blizzard supporta la diversità dei propri impiegati.

    Il Blizzard Diversity Meet-Up della BlizzCon è un altro modo per stringere ulteriormente i legami della nostra community e arricchirne le relazioni: è per questo che abbiamo deciso di introdurla nella convention. Non vediamo l'ora di incontrarvi lì, ascoltare le vostre idee e le vostre esperienze, condividere le nostre e ritrovarci come facciamo ogni anno per abbracciare il nostro geek interiore e tutto ciò che ci rende quello che siamo.

    Condividi articolo
4 commenti
  • Vancold 13 ottobre 2017, 16:26 Vancold
    Messaggi: 758

    Iscritto il: 13 ottobre 2011, 17:41
    #1
    Credo sia una tra le cose più "politicamente paraculo" che abbia mai letto.

    Che facciano quel che meglio credono, ma son pronto a sparar merda su qualsiasi trovata buonista se questo Blizzcon si rivela esser solo una fiera da mestieranti, senza sorprese e con content annunciabili in qualsiasi torneo asiatico della domenica.
    7
  • R3wu0Redazione 13 ottobre 2017, 16:33 R3wu0
    BattleTag: Xly#21584
    Messaggi: 1547

    "Whomsoever takes up this blade shall wield the power eternal. Just as the blade rends flesh, so must the power scar the spirit"
    #2
    @Vancold onestamente non vedo tutta questa paraculaggine, anzi, credo sia un ottima iniziativa per capire veramente cosa la community pensa dei giochi che hai sviluppato e delle caratterizzazioni che hai fatto.In sostanza si tratta di un tavolo di confronto.
    Inoltre a memoria non ricordo una sola Blizzcon in cui non ci siano stati annunci degni di nota per almeno un gioco Blizzard.
    6
  • Vancold 13 ottobre 2017, 16:47 Vancold
    Messaggi: 758

    Iscritto il: 13 ottobre 2011, 17:41
    #3
    R3wu0 ha scritto:onestamente non vedo tutta questa paraculaggine, anzi, credo sia un ottima iniziativa per capire veramente cosa la community pensa dei giochi che hai sviluppato e delle caratterizzazioni che hai fatto.In sostanza si tratta di un tavolo di confronto.
    Inoltre a memoria non ricordo una sola Blizzcon in cui non ci siano stati annunci degni di nota per almeno un gioco Blizzard.

    @R3wu0
    Io invece onestamente la vedo. La Blizzard fa videogiochi; non è un'associazione umanitaria. Affermazioni come "dar grande valore alla diversità" o "essere orgogliosi delle diversità" sono prive di senso, a parer mio.

    Il discorso sarebbe molto più ampio, ma dico solo che il miglior modo per fortificare il concetto da loro esposto sarebbe.. non parlarne affatto e prenderlo per scontato.

    Se permetti, ho più rispetto di un Ristorante che serve indiscriminatamente chiunque senza blaterare, pensando che sarebbe da matti fare altrimenti, piuttosto che uno che ti annuncia e proclama che nei suoi locali serve bianchi, neri, gialli, rossi, gay, lesbiche e quant'altro.

    Io la percepisco come un: "Semu bbelli, semu bbravi, viva il diverso, tutti amici!" Poi oh, mica ho detto nulla, anzi, ho ribadito "che facciano quel che vogliano". La mia frecciatina sui contenuti era riferita alla scarsa o nulla corrente di informazioni o a dichiarazioni ambigue che POTEVANO far presagire un Blizzcon depauperato. Spero di sbagliarmi, ovviamente. Blizzcon passati non c'entrano col discorso, btw.
    10
  • NunDio 13 ottobre 2017, 20:43 NunDio
    BattleTag: NunDio#2349
    Messaggi: 400

    So che dice iscritto da marzo 2016 ma in realtà sono attivo dalla fine di aprile 2017 :)
    #4
    Onestamente Vancold non ha tutti i torti, io per primo sono fermamente convinto che il modo migliore di accettare le diversità sia mettere tutti sullo stesso piano in ogni situazione, e così faccio da sempre con amici, parenti e conoscenti.
    Nonostante ciò però, c'è da tener conto che la Blizzard, come azienda creatrice di videogiochi di ampia fama, ha anche molta ma molta influenza sulle persone che usano i loro prodotti, e cercare di veicolare i giusti messaggi da parte di una personalità con simile potere penso sia imprescindibile :)
    5
  • Commenta la notizia